C'è una bella differenza tra editing e correzione bozze

L’editing è un intervento professionale sul manoscritto svolto in sinergia fra autore e editor. Serve a eliminare le criticità di un’opera di narrativa, così da avvicinarla il più possibile alla sua forma migliore. Si lavora sui contenuti (le scene sono credibili? I personaggi sono tutti ben delineati?), sulla struttura (ci sono capitoli che andrebbero tagliati? La trama è coerente in ogni sua parte?), sullo stile (la scrittura fa immergere il lettore nella storia? I dialoghi funzionano?) e sulla forma (ci sono passaggi da riformulare?).
Si tratta di un momento essenziale per ottenere una buona pubblicazione, fruibile in maniera ottimale dal target di lettori a cui è diretta.
L'editor suggerisce come veicolare al meglio ciò che l'autore, che è spesso troppo coinvolto dal suo lavoro per essere obiettivo, desidera dire, pur senza mai sostituirsi a lui. Ci si pone dallo stesso punto di vista del lettore, per comprendere se il testo è in ogni sua parte funzionale e atto a comunicare il proprio messaggio. Per questo è importante lavorare in una sorta di comunione di intenti con l'autore: a lui si vogliono fornire gli strumenti per ottimizzare la propria opera.
Solo dopo un editing accurato è opportuno passare alla correzione bozze, che andrà a caccia di refusi e piccole imperfezioni formali ancora presenti.


 


Quando svolgo l'editing di un manoscritto di narrativa propongo interventi su più livelli, che vanno dal content editing al line editing. Lavoro principalmente su: coerenza e credibilità della trama e di tutti gli elementi che compongono la storia (personaggi e relazioni fra loro, conflitti, posta in gioco, ambientazione...); correttezza dei rimandi interni ed esterni al testo (verifica delle fonti e confronto con l'autore su eventuali criticità); funzionalità di ogni scena, capitolo e sezione dell'opera; coerenza e idoneità dello stile utilizzato dall'autore per la storia che intende raccontare e il pubblico che vuole raggiungere (impiego sensato del punto di vista, sufficiente specificità e originalità nelle descrizioni e nella narrazione in generale, dialoghi naturali e verosimili...); correttezza formale e scorrevolezza del testo alla lettura.
TARIFFA: da euro 3,00* a euro 6,50 a cartella**
 
 

Ciascun testo è diverso dagli altri, perciò la tipologia di ogni intervento di editing andrà definita a priori caso per caso, in base a una valutazione professionale, inclusa nel servizio di editing.
Tale valutazione è necessaria per determinare lo stato dell'arte e definire le modalità di lavorazione e la profondità delle modifiche da approntare. Per questi motivi viene sempre richiesto di visionare il manoscritto per il quale si richiede l'editing (insieme alla sua sinossi).
Può capitare che un autore si mostri restio a fornire la sua opera per intero ai fini di una valutazione propedeutica a un editing, in tal caso sono disponibile a visionarne solo una porzione, la cui entità sarà da valutare di volta in volta in base alla lunghezza del testo in questione, in modo che l'analisi risulti comunque funzionale a produrre un preventivo di lavoro preciso e fondato (rimane inteso che la cosa migliore è sempre permettere all'editor di leggere da cima a fondo il manoscritto).
 
EDITING COMPLETO
Nel caso in cui, dopo aver ricevuto il preventivo,
l'autore avesse necessità di conoscere da vicino
il mio metodo di lavoro per decidere se procedere
con l'editing o meno, può richiedermi una

PROVA GRATUITA

di editing su 5 cartelle del suo testo
(quindi circa 9.000 battute spazi inclusi).

Su richiesta, a seguire l'editing, posso scrivere per l'opera esaminata la SINOSSI, la QUARTA DI COPERTINA o un TESTO DI PRESENTAZIONE/PROMOZIONE.

TARIFFA: euro 30,00 per ciascun testo

Nel caso si necessiti di ALTRI APPARATI TESTUALI (indici, bibliografie, sommari ecc.), la tariffa sarà stabilita sulla base dell'entità del singolo lavoro.

* La mia partita Iva è di tipo forfettario: non ho da apporre l'Iva in fattura; al momento del pagamento, all'importo calcolato nel preventivo è solo da aggiungere il 4% di quest'ultimo, che è il contributo previdenziale che devo per legge mettere in fattura.

** Per cartella si intendono 1.800 battute di testo, spazi inclusi.

A inizio lavoro chiedo un acconto del 25% sull'importo stabilito dal preventivo (calcolato sul totale delle cartelle del testo da editare), mentre il saldo può essere corrisposto una volta terminato l'editing.

Sia per l'acconto sia per il saldo verrà emessa regolare fattura, con termine di pagamento immediato (in caso di necessità, si può concordare una diversa rateizzazione dell'importo, o un termine di pagamento per il saldo finale fino a 30 giorni data fattura).

L'acconto del 25% viene sempre richiesto per dare il via alla collaborazione.

Vedi anche: